Patricia Guerrero

flamenco blog bologna corsi
I finalisti del Concorso “Flamenco puro” di Torino al Festival di Jerez
8 Marzo 2018
“Sono una bailaora contemporanea, ballo il flamenco di oggi”

Patricia Guerrero, 27 anni, nata a Granada nel quartiere gitano dell’Albaicin. Per lei il flamenco è una cosa di famiglia, balla da quando aveva 4 anni e ha incominciato nella Accademia della madre. E’ andata in scena per la prima volta a 8 anni e ora è una della rivelazioni del panorama flamenco contemporaneo. Patricia ha portato in Italia CATEDRAL, uno degli spettacoli di flamenco più interessanti degli ultimi anni, che in Spagna ha vinto numerosi premi e ha riscosso successo di pubblico e di critica.

CATEDRAL è emozione pura e riflessione, una fusione perfetta di teatro e danza che riesce a tenere l'attenzione sempre viva, lascia spazio alla modernità del flamenco senza voltare le spalle alla tradizione. Lo spettatore è immerso nello scenario scuro di una cattedrale gotica: odore di incenso, luci soffuse, suoni di campane per rappresentare il complesso ruolo subalterno della donna oppressa in una società patriarcale quale è stata quella della Spagna fortemente cattolica.

Diretto con passione e saggezza dal regista Juan Dolores Caballero, CATEDRAL porta in scena il tema della fede, dei sensi di colpa e sceglie la danza come via per la liberazione. Patricia all'inizio dello spettacolo indossa un pesante abito barocco e danzando si libera un po’ per volta dei pesanti abiti portati l’uno sull’altro. Alla fine è vestita da un semplice e guizzante abito rosso che mostra le forme femminili della sua danza finalmente libera.

Lo spettacolo vede in scena altre tre bailaoras e un ensemble classico di musicisti, chitarra, voce e percussioni, oltre a due tenori gemelli che indossano abiti talari e rafforzano il misticismo delle scene.

“Catedral è stata la mia liberazione professionale e personale di cui avevo bisogno per rompere con i codici del flamenco e trovare il mio linguaggio” (Patricia Guerrero)

Spread the love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *